pulizia camini, pulizia forni, pulizia caldaie a legna

Si effettuano pulizie su forni, caldaie a legna industriali e civili, caminetti tradizionali e di nuova generazione ad inserto, stufe di tutti i tipi (combustione a legna, pellet e gas). Si effettuano pulizie anche su canne fumarie, tratti principali e secondari di condomini e abitazioni.

recupero canne fumarie, intubaggio canne fumarie, interventi su canne fumarie

Intubaggio di canne fumarie in acciaio, con relativo isolamento con lana in vetroceramica, relativo recupero canne fumarie, esistenti in acciaio rigido perfettamente dimensionato in base all'utilizzo.

telecamere per comignoli, videoispezioni canne fumarie, verifiche canne fumarie

Verifiche interne di condotti principali, camini, stufe e caldaie tramite l'utilizzo di telecamere per comprendere lo stato interno ed evidenziare problemi strutturali o fessurazioni, rotture che si formano con il normale utilizzo del camino negli anni.

opere murarie per caminetti, installazione canne fumarie, manutenzione camini

Si effettuano anche spaccature e opere murarie relative all'installazione di canne fumarie e camini, con annesse dettagliate informazioni sulla realizzazione dei lavori e sull'installazione degli impianti richiesti.

Chi siamo

Potrebbe sembrare un lavoro d'altri tempi e invece oggi è più necessario e tecnologico che mai. Lo spazzacamino. Inutile immaginarcelo con la tuba nera, un vecchio e lungo frac e, fra le mani, corda e ragno di ferro. Oggi, chi intraprende questo mestiere, generalmente sulla scia degli antenati, deve stare al passo con i tempi, le norme di sicurezza e le nuove leggi.

Massimo Butti, 32 anni di Osnago, dopo aver imparato dal papà Gino, che a sua volta ha appreso dal nonno, gira per i tetti delle case e delle ditte a mettere in sicurezza le canne fumarie, a fare piccole opere di manutenzione, a effettuare interventi di videoispezione e, soprattutto, in questo periodo è occupato più che mai a pulire i condotti fumari.

Nato in Brianza, ma originario con la famiglia delle valli comasche, Massimo è ormai espertissimo del mestiere e per diventare spazzacamino ha frequentato anche diversi corsi e scuole dove ha perfezionato la sua tecnica e ha appreso nuovi metodi e tecnologie. L'importanza del suo lavoro, soprattutto a livello domestico, è ben rappresentata dal numero di interventi che i vigili del fuoco sono stati impegnati a portare a termine negli ultimi mesi: quasi uno al giorno, se non due. E la causa principale è ravvisabile nella mancanza di manutenzione e pulizia del condotto fumario. Eppure, per evitare questo tipo di incidenti domestici, basterebbero alcune semplici accortezze.

Anzitutto bisogna evitare di gettare sul camino troppa carta o plastica che non fa altro che attaccarsi alle pareti della canna fumaria e ostruirla. In secondo luogo bisognerebbe effettuare una pulizia all'anno, che per altro è prevista dalla legge. Il periodo in cui effettuare l'intervento è indifferente: o prima dell'inverno oppure al termine della stagione, in primavera. In questo modo il condotto rimane pulito e si evita che la fuliggine depositata lungo le pareti prenda fuocoh.

Gli interventi dei pompieri, soprattutto nella stagione invernale, si svolgono sui tetti. Gli uomini del 115 montano sulla sommità dell'abitazione con un'autoscala, trascinano l'idrante e scaricano l'acqua all'interno della canna fumaria, spegnendo le fiamme che sono state generate a seguito dell'accensione. Un intervento che può durare pochi minuti ma che può anche distendersi nell'arco di diverse ore, a seconda della gravità e dell'intensità del rogo.

Un'altra accortezza sarebbe quella di bruciare solamente legna adatta quali faggio o robinia, ma non assolutamente l'abete o il pino la cui resina si attacca alle pareti della canna fumaria e si infiamma facilmente. La pulizia annuale può essere ripetuta più volte a seconda anche dell'uso del camino. L'importante è che non si trascuri questa norma elementare che evita il rischio di incendio della canna e anche del sottotetto.

Le attività dello spazzacamino Massimo comprendono anche videoispezioni (con cui verifica lo stato di salute della canna fumaria), schermature, isolamenti, intubaggi e altri tipi di intervento studiati ad hoc. Un lavoro nato sulle montagne, dove l'utilizzo del camino, per via del freddo, dura per un periodo più lungo rispetto alle zone pianeggiati ma che, oggi, è richiestissimo. Con un po' di accortezza e manutenzione, infatti, si possono evitare incidenti che, a volte, assumono dimensioni enormi con conseguenti rischi e danni a cose e persone. Chi volesse contattare Massimo può farlo telefonando al numero 333.38.91.879